ProgettoLogoSTERNA_03 
 
 
Le principali attività svolte dalla Cooperativa nel settore della gestione ambientale sono le seguenti:
 
 
Moduli didattici per l'abilitazione alla gestione degli ungulati selvatici adottati dalla Giunta Regionale con deliberazione n.215 del 27/02/2006. Commissionato dall'Assessorato alla Sicurezza Territoriale. Difesa del suolo e della costa. Protezione civile, della Regione Emilia-Romagna. Si tratta di un DVD contenente nove moduli didattici in formato Power Point ed un CD contenente oltre 1300 test di verifica a risposta multipla.
 
Aggiornamento della Carta delle Vocazioni faunistiche della Regione Emilia Romagna (2005-2006). Commissionato dalla Regione Emilia Romagna, il progetto prevede l’aggiornamento della Carta di vocazione realizzata nel 1995-1997). Prevede l’implementazione di un reticolo geografico a maglia fine (oltre 26.000 a coprire il territorio regionale) ed il calcolo di nuovi modelli di vocazione mediante utilizzo della Carta di Uso del suolo realizzata dall’Ufficio cartografico della Regione integrata con utilizzo ed interpretazione di immagini satellitari Landsat.
 
Realizzazione di un portale INTERNET relativo alla rete sentieristica del Parco delle Foreste Casentinesi. E’ stato commissionato dal CAI Emilia Romagna e terminato nel 2006. http://www.sentierinatura-forestecasentinesi.it/percorsi
 
Studio propedeutico alla realizzazione del Piano Faunistico Venatorio della Provincia di Forlì-Cesena (2005-2006). Affidatoci dalla Amministrazione provinciale, questo studio, concluso nel corso del 2006, era volto a definire la consistenza delle popolazioni di capriolo in provincia, ad analizzare i dati dei danneggiamenti da fauna selvatica alle produzioni agricole ed a fornire indirizzi gestionale per i Siti di Importanza Comunitaria presenti in provincia.
 
Regolamento per la gestione faunistico venatoria degli ungulati nel territorio della Provincia di Ancona (2003). Redatto da Luciano Cicognani.
 
Carta del rischio di danneggiamento da fauna selvatica alle produzioni agricole (2003). Commissionato dalla Regione Emilia-Romagna, si tratta di un progetto di analisi e modellizzazione dei rapporti tra presenza di fauna selvatica e danni all’agricoltura e alla zootecnia quale complemento del lavoro già svolto per la realizzazione della Carta della Vocazioni Faunistiche.
 
Aggiornamento e perimetrazione delle aree SIC (Siti di importanza comunitaria) della Regione Emilia Romagna. (2002-2003). Si tratta di un progetto commissionato dalla Regione Emilia-Romagna, che prevede il controllo e l’aggiornamento della perimetrazione dei SIC, la perimetrazione e la verifica delle nuove proposte di SIC e la stesura di note informative sullo status dei SIC.
 
Carta delle Vocazioni Faunistiche della Regione Emilia-Romagna (1995-1997). Commissionato dall’Assessorato Agricoltura della Regione, e progettato e realizzato da ST.E.R.N.A, è il più importante strumento di programmazione e gestione faunistica a livello regionale. La complessa struttura del lavoro ha richiesto l’intervento sinergico di competenze, ecologiche, metodologiche, informatiche, statistiche molto approfondite ed è sinteticamente illustrata nello schema che segue:  
1. realizzazione di piani di campionamento e di censimento faunistico in aree campione distribuite su tutto il territorio regionale e rappresentative della variabilità ambientale presente sul territorio;  
2. individuazione di tecniche standardizzate di conteggio e censimento specie/specifiche e realizzazione dei censimenti nelle aree campione;  
3. acquisizione di carte tematiche digitalizzate (uso del suolo, altimetria, sviluppo stradale, centri urbani ecc) relative a tutto il territorio;  
4. utilizzo di un sistema software specializzato nell’analisi ed elaborazione delle informazioni cartografiche (Geographical Information System) per la valutazione delle variabili ambientali (oltre 100 nel caso della Carta Vocazioni) e la realizzazione delle carte finali di vocazione;  
5. utilizzazione di tecniche matematiche e statistiche multivariate (analisi della regressione logistica, analisi discriminante) e di software specifico per la modellizzazione quantitativa e formale dei rapporti specie/ambiente.  
I risultati della ricerca sono stati pubblicati della Regione Emilia-Romagna nel luglio 1999 in un volume di oltre 600 pag. ed in un CD-ROM multimediale realizzato in formato HTML.
 
Valutazione dell’efficacia di miglioramenti ambientali a fini faunistici realizzati in zone di collina e pianura dell’Emilia-Romagna (1998-2000). Commissionato dall’Assessorato Agricoltura della Regione Emilia-Romagna e svolto in collaborazione e con il coordinamento dell’ l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, il progetto si propone di analizzare, in tre distinte fasi gestite su base annua, la rilevanza faunistica di varie categorie di miglioramenti ambientali e di gestioni agricole in arre a sfruttamento agricolo diversificato. Prevede l'utilizzo di sofisticate tecniche di campionamento statistico, di censimento faunistico e vegetazionale, di elaborazione informatica delle informazioni territoriali (GIS). Al termine del 1999 sono state svolti due anni di ricerca; le relazioni derivate dagli studi svolgono importanti conclusioni relativamente alle tematiche del “macchia-radura” ed al confronto tra gestione agricola convenzionale, integrata e biologica.
 
Piano Faunistico della Provincia di Rimini (2001). ST.E.R.N.A ha collaborato alla realizzazione di questo importante strumento di analisi e gestione del territorio a fini faunistici commissionato dalla Amministrazione Provinciale di Rimini. In particolare ST.E.R.N.A. ha curato la realizzazione di tutta la parte di elaborazione informatica e cartografica mediante GIS.
 
Studio preliminare al Piano Faunistico Provinciale della Provincia di Forlì (1991 - 1992). Si tratta di uno strumento di analisi delle relazioni Fauna - Ambiente che utilizza metodologie, sia di rilevamento sia di campionamento ed analisi statistica dei dati, in grado di consentire valutazioni oggettive. Lo studio è stato pubblicato nel 1993 dall’Amministrazione Provinciale di Forlì nel volume Ambiente, Fauna e Territorio in Provincia di Forlì-Cesena.
 
Studi e ricerche preliminari alla redazione del secondo Piano Faunistico-Venatorio della Provincia di Forlì-Cesena (1998-1999). Si tratta di una serie di ricerche integrate faunistico-ambientali volte alla definizione delle vocazioni territoriali per le specie oggetto di gestione, alla valutazione della consistenza numerica ed all’analisi della struttura di popolazione del Capriolo in ambito provinciale, all’analisi comparata delle potenzialità faunistiche dei vari comparti territoriali e degli istituti faunistico-vanatori esistenti in provincia. Lo studio è stato pubblicato nel 2002 dall’Amministrazione Provinciale di Forlì-Cesena, inserito nella pubblicazione del "Piano Faunistico-Venatorio Provinciale".
 
Ricerca sugli aspetti faunistica del sito nel quale è progettata l’installazione di un impianto eolico in località Poggio Biancarda vicino a Verghereto. Questo studio ex-ante, commissionatoci dalla società RENERG di Milano, è stata condotta interamente nel 2006 ed è volta alla acquisizione di un quadro accurato del popolamento faunistico del sito.
 
Atlante degli Uccelli delle province di Ravenna e Forlì-Cesena (1995 -1997). La Cooperativa ha realizzato l’aggiornamento degli studi sulla distribuzione degli uccelli nidificanti su incarico delle Amministrazioni di Ravenna e Forlì-Cesena. Il lavoro prevede, oltre all’analisi della distribuzione, ed alla rappresentazione cartografica della presenza, una valutazione dell’abbondanza relativa delle specie di uccelli in tutte le maglie del reticolo geografico utilizzato. Il volume finale, redatto da Stefano Gellini e Pierpaolo Ceccarelli, è stato pubblicato nel 2000.
 
Indagine su ecologia e distribuzione del Lupo nel Mugello (1990). Si tratta della prima indagine sulla presenza, l’ecologia, l’alimentazione ed i rapporti con le attività zootecniche di questo predatore nell’area appenninica indicata. Il lavoro, completato nel 1994, è stato commissionato dall’Amministrazione provinciale di Firenze.
 
Atlante dei Mammiferi della provincia di Ravenna (1995-1997). Si tratta del primo lavoro di indagine sulla distribuzione dei Mammiferi in ambito provinciale. Si è concluso nel 1998. La ricerca è stata pubblicata in volume nel 2001.
 
Atlante dei Mammiferi della Provincia di Forlì (1989-1991). Si tratta del primo atlante distributivo dei mammiferi completato in Italia. Il lavoro riporta la distribuzione delle specie sul reticolo cartografico delle Tavolette IGM in scala 1:25.000. Lo studio è stato pubblicato dall’editore Maggioli di Rimini in un volume a cura di Stefano Gellini, Lino Casini e Carlo Matteucci.
 
Avifauna e Ambiente in Provincia di Forlì. Le comunità di uccelli come indicatori ecologici. (1989-90). Si tratta di un progetto di analisi dei rapporti tra biodiversità (misurata utilizzando le comunità ornitiche) e caratteristiche ambientali. I risultati della ricerca, utilizzata dall’Amministrazione provinciale di Forlì come strumento di monitoraggio ambientale, sono stati pubblicati nel 1992 in un volume a cura di Ugo F.Foschi e Stefano Gellini.
 
 
Mostra su “Elementi da naturalità del Paesaggio Agrario” (1994). Si tratta di una mostra articolata il 12 pannelli, commissionata dall’Assessorato Agricoltura della Provincia di Forlì e utilizzata in convegni e con scopi didattici.
 
Corso di aggiornamento per insegnanti di scuole medie inferiori organizzato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Emilia-Romagna (1992). La Cooperativa ha fornito docenti per varie lezioni del corso.
 
Corso di didattica ambientale per insegnanti delle scuole elementari e medie inferiori della Provincia di Forlì (1989-1990). Il corso è stato realizzato in collaborazione con il CIREA dell’Università di Parma.
 
Realizzazione del "Progetto Ambiente - Didattica ambientale" nelle scuole del Comune di Forlì, anno 1995-96.
 
Realizzazione del Progetto di didattica ambientale nelle scuole del Comune di Forlì, anni 1997-98 e 1998-99.
 
Bibliografia naturalistica dell’Emilia-Romagna (1994). ST.E.R.N.A ha curato la raccolta del materiale relativo a Uccelli e Pesci e la relativa informatizzazione nell'ambito della realizzazione di questo fondamentale strumento di consultazione commissionato dell’Istituto dei Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna.
 
Indagine su ecologia e distribuzione del Lupo nel versante romagnolo del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. I risultati della ricerca, svolta sotto l’egida e con il contributo del Parco e in collaborazione il Dipartimento di Scienze del Comportamento Animale e dell’Uomo dell’Università di Pisa, sono in pubblicazione negli Atti del I Convegno Nazionale di Teriologia, tenutosi a Pisa nell’ottobre 1994.
 
Indagine su distribuzione ed ecologia dei Piciformi nidificanti nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, M.Falterona e Campigna (1994 - 1995). Il progetto ha l’egida del Parco Nazionale e si svolge con la collaborazione del Dipartimento di Colture Arboree dell’Università di Bologna.
 
Progetto Anfibi e Rettili del Parco Nazionale delle F.Casentinesi, M.Falterona e Campigna (1994-1995). Svolto sotto l’egida del Parco e con la collaborazione del Dip. Colture Arboree dell’Università di Bologna e dell’Istituto per la conservazione e lo studio dei materiali naturalistici della Romagna, si propone di definire la distribuzione ed approfondire le conoscenze sull’ecologia di tutte le specie di Anfibi e Rettili presenti entro il territorio del Parco.
 
Allestimento e collaborazione alla progettazione esecutiva di tre centri visita (Santa Sofia, Premilcuore, Bagno di Romagna) del Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna (1996-1997).
 
Allestimento e collaborazione alla progettazione esecutiva di quattro centri visita (Civago, Succiso, Ligonchio, Mulino di Cerreto Alpi) del Parco Regionale dell’Alto Appennino Reggiano (1996-1997).
 
Progetto Nutria (1996-’97). Commissionato dall’Amministrazione Provinciale di Ravenna, si tratta di un progetto di controllo della popolazione di Nutria nelle zone umide a nord di Ravenna.
 
Indagine naturalistica sull’Oasi di Magliano (1989). Per conto dell’Amm.ne Prov.le di Forlì è stata realizzata un’indagine sugli aspetti geomorfologici, vegetazionali e faunistici di un ambiente di particolare rilievo naturalistico.
 
Relazione sugli aspetti faunistici del Parco Regionale del Crinale Romagnolo (1993). La relazione tratta i vari tematismi faunistici e serve di supporto alla progettazione dei Centri visita del Parco.
 
Progetto siepi (1995-1997). Per conto dell’Amministrazione Provinciale di Forlì ST.E.R.N.A. ha realizzato un gruppo di progetti relativi a: 
  • analisi delle relazioni tra la presenza di siepi ed altre chiazze di vegetazione spontanea negli ambienti coltivati e presenza di fauna e biodiversità faunistica;  
  • inventario cartografico ed archivio informatizzato degli elementi di naturalità del paesaggio agrario della pianura e bassa collina;  
  • le siepi come serbatoi di diversità floristica e vegetazionale;  
  • I progetti hanno durata triennale e si sono conclusi nel 1997. I risultati sono stati presentati nel Convegno "Qualificazione ecologica degli spazi rurali" tenutosi a Forlì, il 19/3/1998, di cui sono stati pubblicati gli atti. I risultati completi della ricerca saranno oggetto di una pubblicazione a cura della Amministrazione Provinciale di Forlì, attualmente in fase di stampa.
     
    Realizzazione e stesura dei piani di gestione degli ATC e delle AFV della Provincia di Forlì-Cesena per gli anni ‘94-‘99.
     
    Allestimento del Museo della Flora e della Fauna di Premilcuore (FO) (1996 - 1997).
     
    Monitoraggio dei popolamenti di uccelli in ambiente a pascolo sottoposti ad interventi di recupero e mantenimento nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi (1997). Commissionato dall’Ente Parco, è un progetto di indagine su ambienti i cui popolamenti di vertebrati sono gravemente minacciati nell’Europa mediterranea.
     
    Studi connessi al Piano Faunistico Venatorio della Provincia di Ancona (1997). Commissionato dalla provincia di Ancona e realizzato nel 1997, il lavoro è relativo alla perimetrazione delle Oasi ed all’aggiornamento delle carte tematiche relative ai vari istituti faunistici.
     
    Ricerche finalizzate alla realizzazione del Piano Territoriale del Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone (1997-1998). Commissionato dall’Ente Parco, si tratta di un lavoro che ha previsto la realizzazione di studi naturalistici (faunistici, floristici e vegetazionali) e degli strumenti cartografici necessari alla realizzazione del Piano Territoriale.
     
    Indagine su ecologia e distribuzione del Lupo in Provincia di Parma (1997-1998).
     
    Progettazione del Centro Visita di Premilcuore, nel Parco Naz. Foreste Casentinesi, M.Falterona e Campigna (1998) e riprogettazione del Museo della Flora e della Fauna.
     
    Inserimento della cartografia faunistica della “Carta delle Vocazioni Faunistiche della Regione Emilia Romagna” nel sito cartografico Internet realizzato e curato dal Servizio Cartografico e Geologico della Regione Emilia Romagna (1999). Le carte digitali, ricavate dalla “Carta delle Vocazioni Faunistiche della Regione Emilia Romagna”, appositamente elaborate, confezionate e installate secondo le esigenze del software di gestione del sito cartografico, possono essere esaminate via Internet sovrapposte ad uno sfondo topografico di riferimento, con ampie possibilità di ingrandimenti e spostamenti della visualizzazione e con opportune legende e informazioni di base sui dati presentati.
     
    Censimenti in periodo riproduttivo di Cervo e Daino nel versante romagnolo del Parco Nazionale Foreste Casentinesi M. Falterona e Campigna. Svolti in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, si sono svolti nel corso del 1997.
     
    Realizzazione di apparati audio interattivi per i diorami del centro naturalistico di San Marino (1998).
     
    Realizzazione di un “Corso di preparazione e abilitazione alla gestione faunistica finalizzato a formare operatori per interventi selettivi di controllo sul cinghiale e su specie predatrici” (1998). Committente Provincia di Macerata.
     
    Realizzazione di un CD-ROM multimediale relativo ai contenuti della Carta delle Vocazioni Faunistiche della Regione Emilia-Romagna. (1999). Commissionato dall'Assessorato Agricoltura della Regione, utilizza le potenzialità del mezzo multimediale per offrire: 1) accesso immediato ad ogni sezione della carta sulla base dell’indice degli argomenti; 2) accesso immediato a sezioni ed argomenti specifici della carta mediante realizzazione di percorsi di consultazione “trasversale” ; 3) possibilità, da parte dell’utente, di prelevare direttamente dal supporto informatico carte di vocazione e testi per l’inserimento in documenti tipo Piani Faunistici od altri documenti di gestione.
     
    Progetto per la determinazione della consistenza e struttura di popolazione del Cervo (Cervus elaphus) e per l'analisi dei danni causati dalla fauna alle attività agro-forestali nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi, M.Falterona e Campigna (1999-2001). Per il lavoro si sono utilizzate metodologie di censimento, di analisi statistica e di elaborazione informatica delle informazioni geografiche ed ambientali (GIS) allo scopo di evidenziare la dinamica del popolamento di Cervo e di correlarne la presenza ed abbondanza ai danni.
     
    Progetto di ricerca “Installazione di rifugi artificiali per chirotteri” (2000-2002).
     
    Progetto di ricerca “Ricerche erpetologiche” (2000-2002).
     
    I Vertebrati del Parco Nazionale Foreste Casentinesi – Stato delle conoscenze e Indicazioni per la conservazione e gestione (2001). Commissionato dal Parco Nazionale Foreste Casentinesi, si tratta di una sintesi, corredata di cartografie.
     
    Progetto di ricerca “Installazione e monitoraggio di cavità naturali per avifauna” (2000-2002). Sono tre lavori triennali commissionati dal Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasiamone.
     
    Realizzazione di uno studio relativo alla gestione delle specie Cinghiale, Daino e Capriolo nella Provincia di Ancona (2001-2002). Commissionato dalla Amministrazione provinciale di Ancona, si tratta di un complesso studio di vocazionalità delle specie di ungulati, mirato alle definizione i modalità di gestione e zonizzazione territoriale.
     
    Realizzazione di Indagini e Check list sulla speleofauna del Parco dei sassi di Rocca Malatina, realizzazione di poster a colori (2001). Commissionato dal Parco dei Sassi di Rocca Malatina, è un progetto basato sulla realizzazione di ricerche specifiche e sulla successiva realizzazione di poster di tipo didattico.
     
    La fauna selvatica nella valorizzazione delle risorse agricole e territoriali (2002-2004). Commissionato dalla Amministrazione Provinciale di Forlì Cesena, si tratta di un tassello di un vasto programma triennale coordinato dall'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica e finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali., La parte di progetto realizzata da ST.E.R.N.A è relativa alla "Analisi e modellizzazione dei rapporti tra struttura/gestione del paesaggio agrario ed ornitocenosi". Il progetto ha durata triennale. Nel 2002 è stata svolta la parte di ricerca relativa agli elementi di margine del paesaggio agrario. Nel corso del 2003 è in corso di realizzazione la parte relativa allo colture agrarie.
     
    Paesaggi e Biodiversità in Provincia di Rimini. (2002-2003). Si tratta di una ricerca, commissionata dal Servizio Ambiente della Provincia di Rimini, relativa all’analisi dei rapporti tra popolamenti di vertebrati e tipologie di paesaggio. La ricerca è basata su dati e procedure oggettive di rilevamento ed analisi,. Sulla base dei rilevamenti e delle analisi effettuate, è stato prodotto un volume di taglio divulgativo, mirato alla Esplorazione del territorio riminese e della sua fauna a vertebrati.
     
    Qualità delle acque e fauna ittica della Riserva Naturale di Alfonsine (2000-2001). Commissionato dal Comune di Alfonsine.
     
    BIODATA II. E’ un programma di archiviazione ed analisi di dati ambientali su base territoriale realizzato dalla Cooperativa in ambiente DOS. Consente di effettuare correlazioni tra parametri ambientali e componenti faunistiche o vegetazionali raccolte in campagne di rilevamento, di analizzare le preferenze ambientali delle specie e di graficarne la distribuzione su reticoli geografici. E’ utilizzato da numerose Università e Musei italiani per analisi dati e realizzazione di Atlanti distributivi.
     
    Organizzazione e docenza nell’ambito dei corsi per il prelievo selettivo del Capriolo e per l’abilitazione alla caccia al Cinghiale in Provincia di Forlì (1994-2003).
     
    Realizzazione di Allestimenti per il Centro Direzionale Didattico della Riserva Naturale Orientata di Onferno (Comune di Gemmano) (2001-2002).
     
    Ricerche sui popolamenti di Chirotteri e sulla qualità delle acque nella Riserva Naturale di Onferno (2001-2002). Commissionato dal Comune di Gemmano.
     
    Realizzazione degli allestimenti di due Centri Visita nel Parco Regionale dell'Alto Appennino Modenese (2001). Commissionato dal Parco Alto Appennino Modenese.
     
     
    Museo Ornitologico "F. Foschi" Via Pedriali 12 - 47121 Forlì. Tel. 0543 27999 Fax. 0543 33435
     
     
     
    HTML Programming and Graphic by ST.E.R.N.A. P.IVA 01986420402 
    © Copyright 2014 - Tutti i marchi riprodotti sono di proprietà delle rispettive aziende.
     
    Questo sito web utilizza Google Analytics  e  http://extremetracking.com/
     
     
     

    eXTReMe Tracker